Libri

[Recensione] Trilogia Rebel

Vi è mai capitato di trovare sequel nettamente migliori del libro d’esordio?

wp-1606516685922.jpgA me è successo con la trilogia Rebel, di Alwyn Hamilton. Onestamente, dopo aver letto il primo non avevo nessuna intenzione di proseguire. Il Deserto in Fiamme infatti è un esordio con delle potenzialità, ma tutte sprecate.

È scarno, a tratti decisamente banale, quando vorresti saperne di più l’autrice liquida tutto con poche scialbe spiegazioni e il libro è già finito.

Per qualche motivo ho comunque deciso di leggere anche il secondo. Volevo dargli una possibilità, non so nemmeno io il perché.

Sono stata contentissima di averlo fatto. Con i sequel, Rebel Il Tradimento e Rebel Una nuova Alba, la Hamilton fa un triplo salto carpiato, atterrando magnificamente in piedi, tra gli scroscianti applausi del pubblico.
In questi due libri c’è tutto quello che manca nel primo e anche di più. Ci sono approfondimenti, giochi di potere, colpi di scena… quando sembra che ormai il dado sia stato tratto, volti la pagina e scopri che hai preso fiato troppo presto, perché le sorprese non sono ancora finite.


Ciò che ho più apprezzato è la dualità di alcuni personaggi, che non ci vengono presentati come ce li saremmo aspettati (come Amani stessa se li sarebbe aspettati) e la facilità con cui siamo indotti nell’errore e nel dubbio. Insieme con la protagonista ci troviamo mettere in discussione tutto e a chiederci se fino a quel momento abbiamo fatto le scelte giuste. Qual è la strada da seguire? Le cose sono davvero come sembrano o c’è di più?

Io sapevo chi ero. Avevo trovato una risposta alla stupida domanda che quella voce continuava a rivolgermi. Chi pensavo di essere? Ero la figlia di un Djinni. Ero una ribelle. Ero la consigliera di un principe. Avevo affrontato soldati, Incubi e skinwalker, avevo combattuto ed ero sopravvissuta. Mi ero opposta al Sultano, più di una volta. Avevo convocato un essere immortale e avevo provocato la sua morte. Avevo salvato vite, ne avevo sacrificate altre.

Mentre leggerete questa trilogia sentirete la sabbia ovunque.
La sabbia sotto i piedi, nelle scarpe, nei capelli, sul viso. La sabbia che entra negli occhi, che lacera il volto. Ma anche quella sabbia amica, tiepida, sottile, morbida come un cuscino d’oro.
Mentre leggerete sarete bruciati dal sole, che inesorabile splende e riscalda la terra, senza risparmiare nessuno.
Mentre leggerete sarete Amani e tutti i ribelli che danno loro stessi per un ideale, per la speranza di vedere la loro terra libera e prospera.
wp-1606516607338.jpg
Soffrirete. Tanto. La Hamilton non risparmia i colpi, pugnalate allo stomaco che fanno male e che lasciano senza fiato.

I personaggi sono così veri, sono l’emblema della lotta per la libertà e del sacrificio per il proprio Paese. Sono quei personaggi che possiamo ritrovare dovunque, nel corso della storia, quando l’umanità si è unita per sovrastare la tirannia.

Il finale è un mix scoppiettante di dramma, azione, avventura ed emozioni. Non mi sento di esagerare quando dico che è uno dei finali più riusciti che abbia mai letto. È semplicemente come dovrebbe essere.

Se non l’avete ancora fatto date una possibilità a questa trilogia, non ve ne pentirete. Questa storia fila dritta tra le mie letture migliori del 2020.

Le storie sarebbero state imperfette, le leggende incomplete. E tutti noi che eravamo in quel giardino, quella sera, avremmo portato le nostre storie con noi, al momento della morte, insieme ai dettagli che non erano abbastanza importanti per i cantastorie e che sarebbero scomparsi nel fumo delle nostre pire funerarie. Ma anche se il deserto avesse dimenticato mille delle nostre storie, era sufficiente che si fosse ricordato di noi. Che, molti anni dopo la nostra morte, uomini e donne seduti intorno al fuoco avessero saputo che tanto tempo prima, prima di diventare leggenda, anche noi avevamo vissuto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...