Libri

[Recensione] Truthwitch – Susan Dennard

TRAMA: Nelle lande stregate ci sono infiniti tipi di magia: tanti quanti i modi per mettersi nei guai, come ben sanno due giovani donne molto speciali.

Truthwitch_Susan_Dennard

Safiya è una Strega della Verità, ha il dono di riconoscere le menzogne. C’è chi ucciderebbe per avere quel potere, e così lei lo tiene ben nascosto, se non vuole essere usata come una pedina nello scontro tra gli imperi.

Iseult invece è una Strega dei Fili: sa vedere i legami invisibili che uniscono le persone attorno a lei, ma non riesce a percepire i sentimenti che la riguardano direttamente.

Le due ragazze hanno personalità complementari – impulsiva e focosa Safi, fredda e prudente Iseult – e soprattutto sono inseparabili. Tutto ciò che vogliono è essere libere di vivere le loro vite come un’avventura continua, ma le ombre della guerra si addensano sulle Lande Stregate. Con l’aiuto dell’astuto principe Merik, Safi e Iseult si troveranno a combattere contro imperatori, mercenari e uno Stregone del Sangue votato alla vendetta, decisi a tutto pur di dominare il potere di una Strega della Verità.

“Ha potenziale, ma non si applica”

È con questa frase irritante, che la maggior parte di noi si è sentito dire almeno una volta nella vita, che voglio cominciare a parlare di Truthwitch.

Sì, perché il potenziale messo in campo da Susan Dennard è immenso, il sistema magico che ha creato l’ho trovato davvero interessante e intrigante. Però non ha funzionato.

Mentre leggevo mi sentivo confusa, avevo la sensazione che mi mancasse un pezzo, come se non stessi leggendo il primo libro ambientato in quel mondo e, dunque, non avessi tutti gli elementi per capire come funzionavano le cose.

A mio parere la Dennard utilizza la tecnica dello “show don’t tell” troppo alla lettera: mostra troppo e non spiega un bel niente e il lettore si trova di fronte a una storia in cui accadono cose, ma non se ne capisce il perché. 

Il sistema magico è estremamente interessante, ma non vengono date basi, spiegazioni su come funziona o su come sono le divisioni dei vari poteri. Arrivano informazioni sparpagliate e sporadiche, ma metterle insieme non è immediato, soprattutto visto che è un sistema magico complesso e ramificato.

Io adoro libri ricchi di azione e in Truthwitch ce n’è parecchia, sono pochi i momenti in cui si può tirare il fiato. Tuttavia la maggior parte delle volte mi sono sembrate scene artificiose: ho avuto difficoltà a immaginare come potessero “fisicamente” succedere certe cose. Insomma, non mi sono sembrate realistiche.

I personaggi, infine. Safi non mi è stata particolarmente simpatica: troppo scapestrata, troppo impulsiva, la tipica protagonista femminile che è capacissima di farsi odiare. Alla fine sembra imparare dai suoi errori e subire una crescita… sarà davvero così?

Iseult invece mi è piaciuta molto, ha tanto potenziale. Ha uno spirito forte e un anima ricoperta da un’armatura di ferro. 

Tra Merik e Aeduan, sicuramente il più interessante e quello che ha ancora più da dire è Aeduan. Mi incuriosisce molto il suo ruolo nella storia e il suo potere.

In conclusione… ammetto di essere rimasta un po’ delusa, mi aspettavo una lettura diversa, però il potenziale continuo a vederlo e leggerò sicuramente Windwitch: non sarebbe la prima volta che il secondo libro di una serie si rivela migliore del primo!

Voi conoscete la serie? La leggerete? Che ne pensate?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...